martedì 15 maggio 2018

i miei racconti: la messaggera



Se fosse vissuta qualche secolo più tardi l'avrebbero temuta e considerata una strega mentre nel suo tempo godeva grande rispeto e la chiamavano la Messaggera.

Nessuno la chiamava ma arrivava sempre la dove qualcuno era ferito nel corpo o nell'anima.

Molte delle sue conoscenze l'aveva apprese dal vecchio guaritore ma altre facevano parte del suo istinto....forse tutti gli uomini un tempo, prima che iniziassero a coltivare, allevare e costruire avevano conoscenze istintive perdute....

Arrivava portando con se una sacca di tela piena di sacchettini con polveri ottenute da piante semi e radici...per riconoscerle a lei bastava annusarle.

In ogni casa era la benvenuta ma mai si fermava più del necessario e nessuno si avvicinava più di tanto....perchè quella vipera che portava sempre con se incudeva inquietudine in quelle persone che erano abituate a temere e uccidere ogni tipo di serpenti.