venerdì 31 agosto 2018

non vi ho dimenticati



Mi mancate....

non vedo piu i vostri post....dopo lunga agonia è venuto a mancare per sempre il mio computer....

grazie ad un'amico ora posso mandarvi i miei saluti ....con la speranza di vedere presto i vostri post e poter condividere con chi vorrà vederli i miei

lunedì 20 agosto 2018

é l'ora di dormire....per me

Buona e Serena notte


                     Or che si fa sera e abbiam , si spera, ben mangiato e bevuto vi saluto 

domenica 19 agosto 2018

stanno morendo

Quest'ape con volo incerto s'è posata sulla mia dalia e poi.....

lentamente è morta


le mie ricette: torta di mele


tante mele stanno cadendo dall'albero ed allora facciamoci una buona torta

Torta di mele




dall'albero cadono tante mele...un po' per la siccità e un po' perchè l'albero non è curato né potato e privo di trattamenti chimici



ho messo le mele in una pentola con un mezzo bicchiere d'acqua, tagliate e con la buccia

le ho fatte ammorbidire cuocendole qualche minuto con pentola coperta




Ho unto bene una teglia con burro a temperatura ambiente

poi ho sparso sul fondo due cucchiai colmi di zucchero e vi ho steso le mele

sopra ho versato un impasto così fatto:

Ingredienti:

200 g. ricotta, 
200 g. farina, 
200 g. zucchero,
100 g. burro,
2 uova,
una bustina di lievito per dolci,
buccia grattugiata di limone


Si prepara l'impasto mischiando bene zucchero e burro a temperatura ambiente
Sempre mischiando si aggiungono le uova, non di frigo altrimenti con il freddo il burro non rimane cremoso

Aggiungiamo la ricotta e la buccia di limone

poi la farina con il lievito

e si versa l'impasto in teglia sopra le mele

 la torta vacotta in forno a 180 gradi

Si rovescia sopra un vassoio quando è fredda




venerdì 17 agosto 2018

dal mio orto: girasoli



dal mio orto auguro un....

BUON GIORNO
a voi tutti


Dal mio terrazzo: convolvolo


Buon giorno a tutti voi


                                  I primi fiori del convolvolo si sono schiusi questa mattina

giovedì 16 agosto 2018

dalla mia cucina toscana: polpette di patate


Oggi polpette


 Quando si tolgono le patate dal terreno è inevitabile romperne qualcuna con gli attrezzi

e allora quelle vanno consumate presto, così oggi polpette di patate con pecorino e basilico





domenica 12 agosto 2018

né cuoca né chef





Ho udito un o chef dire che troppe persone che non sono cuochi pubblicano ricette ....

Io come penso molti di voi che cucinano ogni giorno nelle loro case per la famiglia, per amici e parenti....attenta alla genuinità dei prodotti ed al risparmio......condivido le mie ricette senza pretendere di essere una cuoca....felice per ogni commento, ogni +1 o visita al mio blog

venerdì 10 agosto 2018

le mie ricette: strudel


Strudel con mele cadute dall'albero e non completamente mature



Fichi secchi, uva passa, tante mele precedentemente cotte con l'aggiunta di mezzo bicchiere d'acqua, un po' di ciambellone avanzato e sbriciolato

mischiare tutto e avvolgere in una sottile sfoglia di pasta matta


bagnare la superficie con latte e cospargere con normale zucchero



Cuocere in forno a 180 gradi

Ne uscirà un dolce dalla superficie croccante e dal cuore tenero

domenica 5 agosto 2018

piccoli versiliesi


piccoli versiliesi crescono


" T'ho ditto che il vaccino un lo vo' fa"

"Devi farlo altrimenti ti ammali"

"Si allora vo' una puntura per dormi' senno' mi fa male"


(Puntura = iniezione )

giovedì 2 agosto 2018

Amo i fiori antichi (8 foto


mi piace veder fiorire i miei fiori antichi
li preferisco a quelli esotici


sono facili a coltivare e non si ammalano facilmente





































le mie ricette: fagiolini di S.Anna

                                                             dal mio orto...alla tavola

                                                     Fagiolini di S. Anna per contorno


Il modo più semplice per farli...

Si soffriggono leggermente un paio di scalogni oppure un poco d'aglio e una piccola cipolla e poi aggiungiamo qualche pomodoro dopo averlo pelato e tagliato in più parti.

Si lascia bollire per qualche minuto e si aggiungono i fagiolini (dopo averli spuntati) che volendo possiamo lasciare interi o tagliarli

All'inizio si fa cuocere qualche minuto coperto e poi si scopre per far restringere la salsa e si aggiusta di sale e un poco di pepe



Hanno un gusto diverso dai comuni fagiolini


Qui dalle mie parti i fagiolini vengono chiamati: bachette e questi li chiamano le stringhe